venerdì , 18 Ottobre 2019

L’ostetrica, a causa degli errori e delle omissioni precedenti commessi in violazione dei propri doveri, non aveva sollecitato l’attenzione del medico

L’ostetrica, a causa degli errori e delle omissioni precedenti commessi in violazione dei propri doveri, non aveva sollecitato l’attenzione del medico

Nei delitti contro la persona, l’elemento distintivo delle fattispecie di soppressione del prodotto del concepimento è costituito anche dal momento in cui avviene l’azione crimino ...

Read More »
L’accesso agli atti di risk management da parte del paziente, limiti e preclusioni

L’accesso agli atti di risk management da parte del paziente, limiti e preclusioni

Il privato non ha una posizione di interesse legittimo tutelabile avanti al giudice amministrativo in ordine agli atti con i quali l'amministrazione sanitaria organizza e attua al ...

Read More »
E’ ammessa la nomina dell’amministratore di sostegno designato dal malato grave  per rifiutare specifiche terapie

E’ ammessa la nomina dell’amministratore di sostegno designato dal malato grave per rifiutare specifiche terapie

Attraverso la scelta dell'amministratore da parte del beneficiario è possibile esprimere, nella richiesta di amministrazione di sostegno, ai sensi del combinato disposto degli art ...

Read More »
Le linee guida imponevano specifiche manovre che l’imputato ha omesso di attuare Mentre sono state realizzate attività del tutto inappropriate rispetto alla situazione concreta

Le linee guida imponevano specifiche manovre che l’imputato ha omesso di attuare Mentre sono state realizzate attività del tutto inappropriate rispetto alla situazione concreta

Il sapere scientifico costituisce un indispensabile strumento, posto al servizio del giudice di merito; non di rado, la soluzione del caso posto all'attenzione del giudicante, nei ...

Read More »
Nesso causale tra comportamento omissivo  del medico e il danno subito dal paziente

Nesso causale tra comportamento omissivo del medico e il danno subito dal paziente

È configurabile il nesso causale tra il comportamento omissivo del medico e il pregiudizio subito dal paziente qualora attraverso un criterio necessariamente probabilistico, si ri ...

Read More »
Quando viene lamentata la violazione del diritto all’autodeterminazione,  l’esito dell’intervento e la sua necessarietà sono irrilevanti

Quando viene lamentata la violazione del diritto all’autodeterminazione, l’esito dell’intervento e la sua necessarietà sono irrilevanti

L'acquisizione del consenso informato del paziente da parte del sanitario costituisce prestazione altra e diversa rispetto a quella avente a oggetto l'intervento terapeutico, e co ...

Read More »
La legittima pretesa, per il paziente, di conoscere con ragionevole precisione le conseguenze probabili dell’intervento medico, onde prepararsi ad affrontarle  con maggiore e migliore consapevolezza

La legittima pretesa, per il paziente, di conoscere con ragionevole precisione le conseguenze probabili dell’intervento medico, onde prepararsi ad affrontarle con maggiore e migliore consapevolezza

Nell’attività medico-chirurgica, la manifestazione del consenso informato alla prestazione sanitaria costituisce esercizio di un diritto soggettivo del paziente all'autodeterminaz ...

Read More »
Il consenso informato del paziente si pone come condizione essenziale  per la liceità dell’atto operatorio

Il consenso informato del paziente si pone come condizione essenziale per la liceità dell’atto operatorio

In effetti, il consenso informato - secondo l'insegnamento della Corte costituzionale (sentenza n. 438 del 2008) - deve essere inteso quale espressione della consapevole adesione ...

Read More »
E’ onere del paziente dimostrare l’esistenza del nesso causale, provando che la condotta del sanitario è stata, secondo il criterio del “più probabile che non”, causa del danno, sicché, ove la stessa sia rimasta assolutamente incerta, la domanda deve essere rigettata

E’ onere del paziente dimostrare l’esistenza del nesso causale, provando che la condotta del sanitario è stata, secondo il criterio del “più probabile che non”, causa del danno, sicché, ove la stessa sia rimasta assolutamente incerta, la domanda deve essere rigettata

Nei giudizi risarcitori da responsabilità medica si delinea un duplice ciclo causale, l'uno relativo all'evento dannoso, a monte, l'altro relativo all'impossibilità di adempiere, ...

Read More »
Esiti negativi di una serie di interventi di mastoplastica

Esiti negativi di una serie di interventi di mastoplastica

Il pregiudizio patito dalla paziente rientra, infatti, nell'ambito delle complicanze che possono realizzarsi anche sino al 30% di interventi operatori analoghi a quelli oggetto di ...

Read More »
Intervento chirurgico non necessitato dalla sopravvivenza o guarigione del paziente, ma migliorativo della sua condizione, in quanto volto a rimuovere o ridurre un difetto visivo esistente (ipermetropia)

Intervento chirurgico non necessitato dalla sopravvivenza o guarigione del paziente, ma migliorativo della sua condizione, in quanto volto a rimuovere o ridurre un difetto visivo esistente (ipermetropia)

Occorre sempre distinguere i casi in cui dalla lesione del diritto al consenso informato si siano verificate delle, pur incolpevoli, conseguenze lesive per la salute del paziente ...

Read More »
Un tempestivo intervento di colectomia totale avrebbe verosimilmente consentito di evitare il diffondersi dell’infezione peritoneale e lo shock settico che resero necessari ulteriori trattamenti medici e chirurgici salvavita

Un tempestivo intervento di colectomia totale avrebbe verosimilmente consentito di evitare il diffondersi dell’infezione peritoneale e lo shock settico che resero necessari ulteriori trattamenti medici e chirurgici salvavita

In via generale, deve ricordarsi che la responsabilità della struttura ospedaliera, ha natura contrattuale, sussistendo tra il paziente e la struttura medesima un rapporto di tipo ...

Read More »
Stato patologico pregresso del neonato, non legato alla condotta colposa del medico da un nesso di interdipendenza causale

Stato patologico pregresso del neonato, non legato alla condotta colposa del medico da un nesso di interdipendenza causale

La struttura sanitaria risponde a titolo contrattuale dei danni patiti dal paziente: per fatto proprio, ex art. 1218 c.c., ove tali danni siano dipesi dall'inadeguatezza della str ...

Read More »
Spetta al paziente danneggiato dimostrare l’esistenza del nesso causale tra la condotta del medico e il danno di cui si chiede il risarcimento

Spetta al paziente danneggiato dimostrare l’esistenza del nesso causale tra la condotta del medico e il danno di cui si chiede il risarcimento

Nei giudizi di risarcimento del danno da responsabilità medica, secondo l’orientamento da ultimo consolidatosi in sede di legittimità, compete al paziente che si assuma danneggiat ...

Read More »
La colpa del medico e l’azione di regresso della Clinica nei suoi confronti

La colpa del medico e l’azione di regresso della Clinica nei suoi confronti

L'ospedale risponde a titolo contrattuale dei danni patiti dal paziente, per fatto proprio, ex art. 1218 cod. civ., ove tali danni siano dipesi dall'inadeguatezza della struttura, ...

Read More »
leaderboard_PROMO
scroll to top