martedì , 16 Aprile 2024

Home » Giurisprudenza » Quanto più la vicenda clinica risulti problematica, tanto maggiore dovrà essere la propensione a considerare lieve l’addebito nei confronti del terapeuta

Quanto più la vicenda clinica risulti problematica, tanto maggiore dovrà essere la propensione a considerare lieve l’addebito nei confronti del terapeuta

Corte di Cassazione, sez. IV Penale, 9 maggio 2016 n. 19175

Giugno 6, 2016 12:08 pm by: Category: Giurisprudenza Leave a comment A+ / A-

Quanto più la vicenda clinica risulti problematica, oscura, equivoca o segnata dall’impellenza, tanto maggiore dovrà essere la propensione a considerare lieve l’addebito nei confronti del terapeuta

Atteso che la colpa costituisce la violazione di un dovere obiettivo di diligenza, un primo parametro attinente al profilo oggettivo della diligenza riguarda la misura della divergenza tra la condotta effettivamente tenuta e quella che era da attendersi sulla base della norma cautelare cui ci si doveva attenere.


continua...

RISERVATO AGLI ABBONATI A RISCHIOSANITA'.it


REGISTRATI


PONIQUESITOCONTATTAESPERTOCOLLABORA

Quanto più la vicenda clinica risulti problematica, tanto maggiore dovrà essere la propensione a considerare lieve l’addebito nei confronti del terapeuta Reviewed by on . Quanto più la vicenda clinica risulti problematica, oscura, equivoca o segnata dall’impellenza, tanto maggiore dovrà essere la propensione a considerare lieve l Quanto più la vicenda clinica risulti problematica, oscura, equivoca o segnata dall’impellenza, tanto maggiore dovrà essere la propensione a considerare lieve l Rating: 0

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

leaderboard_PROMO
scroll to top