martedì , 28 Maggio 2024

Home » Giurisprudenza » Operazione rivelatasi inidonea e inefficace a impedire la successiva ricanalizzazione tubarica – Recupero della fertilità della paziente post intervento e informazione incompleta

Operazione rivelatasi inidonea e inefficace a impedire la successiva ricanalizzazione tubarica – Recupero della fertilità della paziente post intervento e informazione incompleta

Marzo 14, 2014 11:25 am by: Category: Giurisprudenza Leave a comment A+ / A-

Corte di cassazione, sez. III civile
Sentenza 24 ottobre 2013 n. 24109

La paziente che si sottopone alla chiusura delle tube deve essere informata del margine di insuccesso insito nell’intervento.

L’informazione deve riguardare tanto il carattere irreversibile della sterilizzazione quanto il rischio di non sicuro risultato.

Rientra nel patrimonio delle conoscenze di un ginecologo, ma non di una paziente, il pericolo che la legatura delle tube, eseguita in occasione di un parto cesareo, essendo i tessuti edematosi, non assicuri l’irreversibilità della sterilizzazione e possa risultare inadeguata a impedire la discesa dell’ovulo una volta che i tessuti siano tornati in condizioni di normalità.

Operazione rivelatasi inidonea e inefficace a impedire la successiva ricanalizzazione tubarica – Recupero della fertilità della paziente post intervento e informazione incompleta Reviewed by on . Corte di cassazione, sez. III civile Sentenza 24 ottobre 2013 n. 24109 La paziente che si sottopone alla chiusura delle tube deve essere informata del margine d Corte di cassazione, sez. III civile Sentenza 24 ottobre 2013 n. 24109 La paziente che si sottopone alla chiusura delle tube deve essere informata del margine d Rating: 0

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

leaderboard_PROMO
scroll to top