martedì , 16 Aprile 2024

Home » Giurisprudenza » Ministero della salute risponde per danni subiti a sèguito di emotrasfusioni

Ministero della salute risponde per danni subiti a sèguito di emotrasfusioni

Cassazione civile sez. III, 29/09/2017 n. 22832

Ottobre 10, 2017 8:37 am by: Category: Giurisprudenza Leave a comment A+ / A-

Il Ministero della salute risponde ex art. 2049 c.c. per i danni subiti a seguito di emotrasfusioni laddove sia accertata l’omissione dell’attività di vigilanza e controllo e sia altresì accertata la conoscenza oggettiva, con riferimento all’epoca di produzione del preparato e ai più alti livelli scientifici, della possibile veicolazione di virus attraverso sangue infetto.

E’ principio consolidato nella giurisprudenza che il Ministero della salute è tenuto ad esercitare un’attività di controllo e di vigilanza in ordine, tra l’altro, alla pratica terapeutica della trasfusione del sangue e dell’uso degli emoderivati e risponde ex art. 2043 c.c. per omessa vigilanza, dei danni conseguenti ad epatite e ad infezione da HIV contratte da soggetti emotrasfusi.

 


continua...

RISERVATO AGLI ABBONATI A RISCHIOSANITA'.it


REGISTRATI


PONIQUESITOCONTATTAESPERTOCOLLABORA

Ministero della salute risponde per danni subiti a sèguito di emotrasfusioni Reviewed by on . Il Ministero della salute risponde ex art. 2049 c.c. per i danni subiti a seguito di emotrasfusioni laddove sia accertata l'omissione dell'attività di vigilanza Il Ministero della salute risponde ex art. 2049 c.c. per i danni subiti a seguito di emotrasfusioni laddove sia accertata l'omissione dell'attività di vigilanza Rating: 0

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

leaderboard_PROMO
scroll to top