martedì , 16 Aprile 2024

Home » Risk Management » Infezioni nosocomiali in chirurgia vascolare

Infezioni nosocomiali in chirurgia vascolare

Febbraio 19, 2014 4:02 pm by: Category: Risk Management Leave a comment A+ / A-

di Davide Santovito
Rischio Sanità n.6 – Settembre 2002

Profilassi e responsabilità professionale

La chirurgia vascolare è generalmente classificata come “chirurgia pulita”, anche se l’’infezione della ferita può essere particolarmente deleteria, con conseguenze che vanno dal sanguinamento all’’amputazione, fino in alcuni casi alla morte. I microrganismi patogeni più frequenti sono lo Stafilococco aureus, i Gram negativi, quali E. coli. Più recentemente gli stafilococchi coagulasi negativi sono stati riconosciuti come comuni patogeni che causano infezioni a distanza di sei mesi dall’’intervento chirurgico di particolare interesse sono gli stafilococchi  eticillino resistenti ed i Gram negativi multiresistenti. Un fattore determinante per le infezioni di carattere chirurgico è la zona anatomica su
cui si interviene. La chirurgia degli arti inferiori è ad alto rischio di infezione: il graft femoro-popliteo ed il by-pass aorto-femorale hanno un’alta percentuale di infezione. La profilassi della chirurgia cartotidea non è obbligatoria per alcuni autori.


continua...

RISERVATO AGLI ABBONATI A RISCHIOSANITA'.it


REGISTRATI


PONIQUESITOCONTATTAESPERTOCOLLABORA

Infezioni nosocomiali in chirurgia vascolare Reviewed by on . di Davide Santovito Rischio Sanità n.6 – Settembre 2002 Profilassi e responsabilità professionale La chirurgia vascolare è generalmente classificata come “chiru di Davide Santovito Rischio Sanità n.6 – Settembre 2002 Profilassi e responsabilità professionale La chirurgia vascolare è generalmente classificata come “chiru Rating: 0

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

leaderboard_PROMO
scroll to top