mercoledì , 29 Maggio 2024

Home » Giurisprudenza » Decesso a sèguito di intervento chirurgico per il trattamento dell’obesità

Decesso a sèguito di intervento chirurgico per il trattamento dell’obesità

Mancata compliance del paziente

Aprile 4, 2014 4:07 pm by: Category: Giurisprudenza Leave a comment A+ / A-

di S.  Marinello
Rischio Sanità n. 50 – settembre 2013

Una paziente è deceduta a causa di un coma epatico dovuto alla cirrosi insorta come complicanza dell’intervento chirurgico di bypass digiuno-ileale praticato per il trattamento dell’obesità di cui soffriva. L’affermazione della responsabilità del medico è stata basata sulla scelta del tipo di intervento chirurgico, ritenuta erronea e sul comportamento tenuto dal sanitario nella fase postoperatoria. Tuttavia, si è meglio precisato che è stata la paziente a scegliere sia il tipo di intervento che il chirurgo, su consiglio del sacerdote della congregazione religiosa a cui apparteneva; inoltre, la donna ha sottoscritto un completo modulo di consenso informato, venendo a conoscenza delle possibili complicanze dell’intervento. Inoltre, il bypass in questione era incluso tra le prestazioni rimborsate dal servizio sanitario nazionale e l’intervento in questione non era affatto desueto, quantomeno in ambito nazionale, come evidenziato anche nelle linee guida della società scientifica.


continua...

RISERVATO AGLI ABBONATI A RISCHIOSANITA'.it


REGISTRATI


PONIQUESITOCONTATTAESPERTOCOLLABORA

Decesso a sèguito di intervento chirurgico per il trattamento dell’obesità Reviewed by on . di S.  Marinello Rischio Sanità n. 50 – settembre 2013 Una paziente è deceduta a causa di un coma epatico dovuto alla cirrosi insorta come complicanza dell’inte di S.  Marinello Rischio Sanità n. 50 – settembre 2013 Una paziente è deceduta a causa di un coma epatico dovuto alla cirrosi insorta come complicanza dell’inte Rating: 0

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

leaderboard_PROMO
scroll to top