lunedì , 10 dicembre 2018

Home » Giurisprudenza » Responsabilità medica, un caso di riconosciuta colpa grave

Responsabilità medica, un caso di riconosciuta colpa grave

Cassazione penale sez. IV, 05/10/2018 n. 47801

novembre 12, 2018 9:00 am by: Category: Giurisprudenza Leave a comment A+ / A-

In caso di lesioni colpose cagionate al neonato durante il parto, è configurabile una corresponsabilità del ginecologo, nel trascurare i segnali di sofferenza fetale, e delle ostetriche, nell’omessa segnalazione del peggioramento del tracciato cardio/tocografico, trattandosi di attività rientranti nelle competenze di entrambe le figure professionali operanti in equipe; l’obbligo di diligenza che grava su ciascun componente dell’equipe medica concerne non solo le specifiche mansioni a lui affidate, ma anche il controllo sull’operato e sugli errori altrui che siano evidenti e non settoriali, in quanto tali rilevabili con l’ausilio delle comuni conoscenze del professionista medio.

Il medico che succede a un collega nel turno in un reparto ospedaliero assume nei confronti dei pazienti ricoverati la medesima posizione di garanzia di cui quest’ultimo era titolare, circostanza che lo obbliga a informarsi circa le condizioni di salute dei pazienti medesimi e delle particolari cure di cui necessitano.


continua...

RISERVATO AGLI ABBONATI A RISCHIOSANITA'.it


REGISTRATI


PONIQUESITOCONTATTAESPERTOCOLLABORA

Responsabilità medica, un caso di riconosciuta colpa grave Reviewed by on . In caso di lesioni colpose cagionate al neonato durante il parto, è configurabile una corresponsabilità del ginecologo, nel trascurare i segnali di sofferenza f In caso di lesioni colpose cagionate al neonato durante il parto, è configurabile una corresponsabilità del ginecologo, nel trascurare i segnali di sofferenza f Rating: 0

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

leaderboard_PROMO
scroll to top