martedì , 12 dicembre 2017

Home » Il caso risolto » Il caso risolto

Il caso risolto

gennaio 26, 2015 12:19 pm by: Category: Il caso risolto Leave a comment A+ / A-

di S. Marinello
Rischio Sanità n. 55 – dicembre 2014

  • Nella responsabilità civile da trattamento sanitario e ai fini dell’individuazione del termine prescrizionale per l’esercizio dell’azione risarcitoria, è ipotizzabile il delitto di lesioni volontarie gravi o gravissime nei confronti del medico che sottoponga il paziente a un trattamento da questo non consentito (anche se abbia esito infausto e anche se l’intervento venga effettuato in violazione delle regole dell’arte medica), se comunque sia rinvenibile nella sua condotta professionale una finalità terapeutica o comunque la terapia sia inquadrabile nella categoria degli atti medici?   
  • La valutazione del rischio dell’intervento compete al paziente e non può essere annullata in favore del medico 
  • L’omessa rilevazione, da parte del medico specialista, della presenza di gravi malformazioni del feto, e la correlativa mancata comunicazione di tale dato clinico alla gestante, sono circostanze idonee a porsi in rapporto di causalità con il mancato esercizio, da parte della donna, della facoltà di interrompere la gravidanza?
  • Danno parentale derivante da cattiva gestione del parto

 


continua...

RISERVATO AGLI ABBONATI A RISCHIOSANITA'.it


REGISTRATI


PONIQUESITOCONTATTAESPERTOCOLLABORA

Il caso risolto Reviewed by on . di S. Marinello Rischio Sanità n. 55 – dicembre 2014 Nella responsabilità civile da trattamento sanitario e ai fini dell’individuazione del termine prescriziona di S. Marinello Rischio Sanità n. 55 – dicembre 2014 Nella responsabilità civile da trattamento sanitario e ai fini dell’individuazione del termine prescriziona Rating: 0

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment.

leaderboard_PROMO
scroll to top